Venezia è davvero unica per tanti aspetti. Tra questi i particolari termini utilizzati per descrivere le parti della città. La strada a Venezia non si chiama“via”, come nel resto d'Italia, ma “calle”.

Attenzione però perché i percorsi a piedi si possono anche chiamare “Riva”o“Fondamenta” se si trovano a costeggiare un canale. Passeggiando per la città potreste dunque trovarvi sulla “Riva de Biasio” nella zona di Santa Croce o “Fondamenta dei Tolentini” vicino piazzale Roma.

Un “campo” a Venezia è una piazza. Tra i più famosi ci sono ad esempio “Campo S.Stefano”, subito dopo il ponte dell'Accademia, in direzione S. Marco e “Campo S.Barnaba”, quello in cui è stata girata una famosa scena del film “Indiana Jones”! 

Potremmo definirla invece piazzetta quella che nel capoluogo lagunare è un "campiello", se siete dalle parti di Rialto di certo non vi può sfuggire alla vista il campiello del Remer. 

Avete visto da qualche parte la scritta “Rio Terà”? In questo caso si tratta di un tratto di canale che è stato interrato ed ora è percorribile a piedi.

Di certo lungo il percorso non avete trovato normali cartelli stradali. Le indicazioni infatti a Venezia compaiono scritte sui famosi “nizioleti”, proprio quelle scritte dipinte sul muro che sembrano delle piccola lenzuola appese.